Covid Party: quando l’ignoranza uccide

Lanciata come una moda negli USA, quella del Covid Party è l’ennesima follia dell’ignoranza.

In cosa consiste esattamente? Vengono organizzate delle feste in cui sono presenti persone infette da Covid-19, in modo da contagiare gli altri partecipanti. Lo scopo ultimo sarebbe quello, secondo una folle teoria, di far sì che si sviluppino gli anticorpi in chi contrae la malattia in modo da ottenerne poi l’immunità.

In alcuni eventi vengono addirittura organizzati concorsi a premi per chi si ammala per primo.

Ogni tanto però qualcosa sfugge al controllo e qualcuno ci lascia letteralmente le penne. Un po’ come quegli imbecilli che si ritengono antivaccinisti o chi crede (poveri noi!) nei miracoli dell’acqua ovvero in quella che mi piace definire non medicina alternativa (perché la medicina è una) bensì stregoneria: l’omeopatia.

Cosa pensare di quelle persone che organizzano o che partecipano a questi incontri? Si tratta di folli ed incoscienti, che non solo mettono a repentaglio la propria vita ma quella dell’intera comunità con cui poi hanno contatti.

Tali manifestazioni vanno quindi duramente condannate, e nel caso in cui se ne venga a conoscenza bisognerebbe prontamente denunciarle, possibilmente facendo in modo che le forze dell’ordine possano intervenire prima del verificarsi degli eventi.

Dobbiamo essere uniti contro l’ignoranza e dobbiamo agire denunciando (e non sui social!), dobbiamo essere consapevoli che per il nostro futuro, per il futuro dell’umanità, non è sufficiente “pensarla diversamente”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *